Il Blog di Ale Big Mama

CORONAVIRUS: COME SI DEVE COMPORTARE CHI HA UN LOCALE??

Prima di “spiattellarvi” 5 consigli per mantenere vivo l’interesse riguardante il tuo club nel periodo in cui è chiuso. 

A fronte di una situazione innegabilmente assurda ma in assenza di qualsivoglia certezza scientifica, bisogna agire con responsabilità.

E’ innegabile, quando si verificano problematiche sociali di questa portata non è semplice riuscire a gestirne gli sviluppi.

Premetto: questo post non vuole essere una “Bibbia” in cui è scritto esattamente come bisogna comportarsi!

Mi sento tuttavia in dovere di trasmettervi qualche regola e consiglio utile.

Prima di partire con il “Core” di questo argomento vorrei fare una veloce osservazione “laterale”.

Permettetemi una domanda:

“Quanti di voi collaborano o lavorano da remoto?“

Mi spiego meglio...

Ho letto decine di articoli tra ieri ed oggi riguardanti l’inagibilitá momentanea di molte location lavorative

(non parlo solo di discoteche, di cinema, di teatri, ma anche palestre ed alcuni uffici).

Sembra infatti che sia automaticamente “in malattia” chiunque debba restare a casa da lavoro per motivi precauzionali 

Diverse aziende saranno costrette a fermare/stoppare la produzione, i viaggi di lavoro e gran parte delle attività.

Sapete quali sono le uniche che saranno in grado di proseguire?

Quelle inclini allo “Smart Working”, il cosiddetto “lavoro da casa”.

Indubbiamente lo smart working ha i suoi “pro” ed i suoi contro.

Personalmente ho un azienda che lavora completamente e quotidianamente da remoto… 

(Escluse ovviamente alcune riunioni strategiche, per ora quelle non ce le toglie nessuno)

Ad ogni modo, vi posso garantire che con i giusti collaboratori, i giusti obiettivi ed un po’ di “responsabilità” si possono ottenere incredibili risultati anche senza esser sempre fisicamente nello stesso ufficio!

VOI SIETE FAVOREVOLI?

Ma veniamo a noi, eccovi i 5 consigli che abbiamo preparato:

1)

Mantenete attivi i vostri “social media” comunicando Informazioni CORRETTE ed in linea con le direttive del Ministero della Salute(e/o del Silb).

Nb.

Non fatelo, non esponetevi!

Mi spiego meglio.

Se c’è qualcuno tra voi che non condivide la scelta obbligata di non poter momentaneamente praticare la propria attività, non scrivetelo.

Il vostro pubblico, quello che frequenta le vostre serate potrebbe avere una percezione errata di voi, potrebbe sentirsi “strumentalizzato”.

Ricordate che la vostra audience non deve percepire che voi “scalpitate” per riaprire (per i mancati guadagni).

Non dovete rischiate di essere “etichettati” come eticamente scorretti.

Non rischiate di esser scambiati per coloro che mettono i soldi davanti ad una situazione di “terrore mediatico” generale.

2)

Tenete vivo l'engagement andando a ripostare momenti e "ricordi" che possano generare emozioni positive sui follower.

Usate frasi come:

“Speriamo che tutto possa risolversi, in modo che ci possiamo rivedere!”

(Tenete sempre a mente che, per il tuo target, è più importante il fatto che si risolva questa situazione, rispetto al fatto che voi possiate riaprire)

3)

Dato il clima (particolarmente caldo viste le medie stagionali) fare qualche post che evochi l’estate e la bellezza del clubbing durante la stagione estiva.

Così facendo il singolo utente potrá associare il locale ad emozioni positive in un periodo nero come questo.

(In cui gli aggregatori sono additati come potenziali focolai di virus).

4)

Per concludere non fatevi intasare la mente da tutto questo caos mediatico.

Ci sono principalmente 2 modi di reagire a tutto questo:

Potete decidere di fomentare il panico attorno al coronavirus continuando a parlarne senza tuttavia portare soluzioni veramente utili… ?

Oppure....

Potete concentrarvi e sfruttare questo tempo per continuare a formarvi e migliorare sempre di più ????

5)

Ricordate sempre di concentrare le vostre energie unicamente su ciò che potete controllare.

Un abbraccio.

Ale

Follow me @ Instagram